Se in questo momento senti il bisogno di elevare i tuoi range di flessibilità, prova a integrare il Side Squat nella tua routine di allenamento.

Il Side Squat si rivela essere non solo un esercizio imprescindibile, ma un vero e proprio pilastro per coloro che sono determinati a potenziare la propria forza, mobilità e, naturalmente, flessibilità. 

In questo articolo ne esploriamo i benefici, la tecnica di esecuzione e la ragione per cui è un alleato importante della flessibilità per gli adulti.

Ecco perché il Side Squat è un pilastro della flessibilità per adulti

La pratica costante di questo esercizio, se attuata con meticolosità e precisione, si traduce in un avanzamento tangibile e quantificabile delle proprie capacità di movimento e agilità. 

Per questo motivo, possiamo tranquillamente affermare che il Side Squat è davvero un passaggio obbligato per chiunque ambisca a esplorare e superare i confini del proprio potenziale fisico.

Questo esercizio, porta a vantaggi significativi nell’ambito della flessibilità e oltre:

  • Permette un allungamento profondo e mirato dei muscoli adduttori, essenziale per chi pratica sport o desidera semplicemente una maggiore libertà di movimento.
  • Agisce sui principali gruppi muscolari delle gambe, con un focus particolare su glutei, quadricipiti e muscoli stabilizzatori, cruciali per un corretto allineamento posturale.
  • Favorisce una maggiore fluidità nei movimenti, contribuendo a ridurre il rischio di infortuni e a migliorare la performance atletica.

Tutti questi, oltre a essere benefici “generici”, per quanto sicuramente importanti, sono anche traguardi intermedi per chiunque desideri raggiungere la spaccata sagittale e frontale, o il pancake, da adulto.

In breve, se ora sei un adulto rigido e desideri ambire ai grandi obiettivi della flessibilità – cosa assolutamente possibile – ad un certo punto devi per forza passare per questo esercizio.

Perciò, nel paragrafo successivo, vediamo come eseguirlo.

Come eseguire il Side Squat: la tecnica perfetta

L’efficacia del Side Squat è strettamente legata alla correttezza della sua esecuzione, come avviene in effetti per tutti gli esercizi.

Ecco i passi fondamentali per una pratica ottimale:

  • Parti con i piedi posizionati a una distanza superiore alla larghezza delle spalle, orientati leggermente all’esterno.
  • Sposta il peso corporeo su un lato, flettendo il ginocchio e mantenendo l’altro arto esteso.
  • Durante la fase di discesa, mantieni il busto eretto e attiva addome, glutei e adduttori.
  • Scendi fino alla tua massima profondità, sempre in modo controllato.

In questo articolo purtroppo non posso darti indicazioni precise su quanti set e ripetizioni eseguire, perché si tratta di un discorso estremamente personale.

Posso suggerirti però di prenotare una consulenza gratuita con i nostri esperti dal banner che trovi in fondo alla pagina, i quali sapranno valutare al meglio la tua situazione e darti suggerimenti mirati al tuo caso specifico.

Come sempre, ti lascio un video tutorial qui sotto. Guardalo perché ti aiuterà a capire e ad eseguire meglio l’esercizio.

Come allenarsi anche senza allenarsi

A costo di essere ripetitivi, dobbiamo precisare quello che è uno dei grandi pilastri del metodo Moveinside. Ovvero che gli esercizi da soli non bastano.

Il Side Squat, nonostante la sua efficacia, non può contrapporsi da solo alle abitudini sedentarie radicate che compromettono la nostra naturale capacità di movimento. 

È sconcertante come la moderna routine quotidiana limiti la nostra flessibilità, costringendoci in uno stato di rigidità quasi permanente. 

La verità è che senza un radicale cambiamento nel nostro stile di vita, ogni sforzo nel migliorare la flessibilità sarà vano.

La realtà inquietante è che la routine moderna ci imprigiona in uno stato di rigidità che rischia di diventare permanente, limitando drasticamente la nostra flessibilità e costringendoci in una gabbia di limitazioni fisiche. 

Con il trascorrere degli anni, senza un’azione decisa, il nostro corpo diventerà sempre più rigido, chiudendoci fuori da quelle possibilità di movimento che oggi diamo per scontate. 

Rompi questo ciclo di inattività ora, prima che il tempo renda le catene della rigidità troppo forti per essere spezzate.

Per fare questo, la prima cosa fondamentale è integrare nella tua giornata attività che promuovano il movimento naturale e la fluidità articolare.

Questo comporta prima di tutto un cambio di mindset.

Ovvero, adottare un approccio olistico che non si limiti alla semplice esecuzione meccanica degli esercizi, ma che contempli una revisione completa del tuo rapporto con il movimento e il benessere fisico.

Tieni sempre presente che l’approccio dovrà essere su misura per te, considerando le tue esigenze individuali e promuovendo un equilibrio tra forza, flessibilità e mobilità.

D’altra parte, se sei giunto fin qui, sei evidentemente alla ricerca di un cambiamento significativo. 

È giunto il momento di andare oltre la superficie e indagare le cause profonde che limitano il tuo potenziale di movimento. 

Perciò, ti invito a fare il passo successivo guardando la nostra videolezione gratuita che approfondisce tutte le tecniche e i segreti della flessibilità per adulti.

Questa non è solo un’opportunità per apprendere tecniche avanzate di flessibilità per adulti, ma anche per intraprendere un viaggio di trasformazione personale che potrebbe cambiare radicalmente il tuo modo di vivere il movimento. 

Fai il primo passo verso una vita più attiva, piena e soddisfacente.

Clicca sul banner verde o sul pulsante qui sotto e guarda ora la videolezione gratuita.

MASTERCLASS GRATUITA: LA FORMULA DEFINITIVA PER FARE PONTE, SPACCATA E PANCAKE DA ADULTO

Scopri la formula di Ale Demaria per fare spaccata, ponte e pancake da adulto in modo definitivo.

Pin It on Pinterest

×Chat