Si sente spesso parlare di “presenza”, di vivere il momento presente, di concentrarsi più sul presente, ma quali sono i reali benefici di questa pratica?

E in che modo i benefici della presenza possono concretizzarsi poi in benefici specifici e tangibili nella nostra vita?

Che cosa significa praticare la presenza?

Di certo, è risaputo come la presenza sia un concetto fondamentale nella crescita personale e nel benessere olistico.

Essere presenti significa vivere pienamente il momento attuale, con consapevolezza e senza giudizio.

Questo stato di “attenzione consapevole” ci permette di connetterci profondamente con noi stessi, con gli altri e con l’ambiente che ci circonda.

I benefici della presenza sono molteplici e hanno un impatto significativo sul nostro benessere fisico, emotivo e mentale, aiutandoci a ridurre lo stress, a migliorare le nostre relazioni interpersonali e a vivere ogni momento con intensità e consapevolezza.

In un mondo fondato sulle distrazioni, la presenza e i suoi benefici diventano sempre più rilevanti e necessari.

Praticare la presenza, quindi, non rappresenta più solo un hobby, o una delle tante opzioni attraverso cui si esprime la mindfulness, ma è senza dubbio una scelta vitale per chiunque desideri non annegare in quel mare in tempesta che è la modernità.

Tutti i benefici della presenza

La presenza, ovvero l’arte di essere completamente concentrati sul qui e ora, accogliendo ogni esperienza senza giudizio, ti offre numerosi benefici.

Questo perché ti libera dalle catene del rimpianto e dell’ansia, consentendoti di cogliere la vita nel suo momento più puro e potente.

Si tratta quindi di un approccio alla vita che invita ad immergersi completamente in ogni esperienza vissuta.

I benefici della presenza sono vasti e variegati.

  • A livello fisico, ti aiuta a ridurre lo stress e a migliorare la salute generale
  • Emotivamente, promuove un senso di pace interiore e felicità
  • Mentalmente, la presenza affina l’attenzione e la concentrazione, regalandoti maggiore chiarezza di pensiero
  • Inoltre, la presenza arricchisce le tue relazioni, consentendoti di connetterti in modo più autentico con gli altri

Per coltivare la presenza e sfruttare appieno i suoi benefici, è fondamentale dedicarsi alla pratica con impegno.

Ogni giorno in cui ci sforziamo di esercitare questa abilità, è un passo in più che percorriamo verso la nostra piena felicità e la versione più vera di noi stessi.

Si tratta di un percorso, uno di quei tragitti in cui il viaggio conta più della meta stessa, come in realtà si potrebbe dire per ogni aspetto della crescita personale.

Un esercizio per coltivare la presenza

Per esprimere appieno tutti i benefici della presenza, abbiamo detto che è necessario praticarla ogni giorno.

Per farlo ci può venire in aiuto la meditazione del corpo, una specifica tipologia di semplice meditazione che proponiamo ai nostri studenti.

Come semplice esercizio per iniziare a coltivare la presenza, dedica 5 minuti ogni mattina a questa specifica tipologia di meditazione guidata.

In alternativa focalizzati sull’ascolto del tuo respiro come spieghiamo qui: questa pratica, tra l’altro, è utilissima anche per placare agitazione e ansia.

Si tratta di due esercizi estremamente semplici, ma è garantito e comprovato che, se praticati ogni giorno, possono davvero cambiarti la vita.

Questo perché ti permetteranno di capire esattamente dove ti trovi, dove stai andando, e se la direzione che stai percorrendo è quella giusta per te oppure no.

E tutto questo sarà possibile proprio perché la “presenza” ti farà uscire da quello stato di ipnosi continua in cui la frenetica vita quotidiana ti induce, permettendoti di ripristinare una capacità fondamentale per la tua felicità e autenticità: l’osservazione.

Adottare la presenza come filosofia di vita, quindi, non solo migliora il benessere individuale ma anche collettivo, portando a una società più consapevole.

I benefici della presenza si riflettono in ogni aspetto della nostra esistenza, spingendoci a valorizzare ogni momento e a vivere con intenzione.

La presenza ci insegna che ogni istante è un dono prezioso, e imparare a viverlo pienamente è la chiave per una vita ricca di significato e soddisfazione.

Detto questo però, è anche chiaro che, per sperimentare i veri benefici della presenza, è essenziale lavorare anche sulle cause profonde che ci allontanano dal vivere qui e ora.

Ok, ma quali sono queste cause profonde?

Ne parliamo meglio nel libro “Corpo Intelligente” di Ale Demaria, che spiega esattamente in quali trappole ci siamo andati ad infilare in quanto cittadini nativi del moderno occidente.

Il libro è di fatto un viaggio di autoscoperta e guarigione, che ti mostrerà come le nostre abitudini, i nostri schemi di pensiero e le nostre emozioni influenzano direttamente il nostro stato di presenza (e un sacco di altre cose).

Dal confronto con lo stress alla riscoperta del nostro potere personale, “Corpo Intelligente” non solo approfondisce in modo semplice e pratico il discorso dei benefici della presenza, ma ti dà una maggiore comprensione generale dei complessi meccanismi che ti distolgono dal qui e ora.

Perciò, se anche tu pensi che la chiave per una vita piena e consapevole risieda nella capacità di essere veramente presenti, allora devi assolutamente leggere questo libro.

Puoi ordinare la tua copia oppure semplicemente prendere maggiori informazioni cliccando sul link che trovi qui sotto.

CALMA LA MENTE, LIBERA IL CORPO

Leggi “Corpo Intelligente”, il primo libro di Ale Demaria, fondatore di Moveinside, e scopri come calmare la mente e liberare il corpo in un solo momento, attraverso il potere trasformativo e rigenerativo del movimento.

Pin It on Pinterest

×Chat