Siamo ancora al punto che se hai una protrusione discale ci sono degli esercizi che devi assolutamente evitare?

Per fortuna no. Per fortuna siamo andati oltre.

La medicina e la scienza hanno fatto passi da gigante, sfatando il mito che chi soffre di protrusioni discali non possa allenarsi. 

È ora di vedere come si può gestire questa condizione in modo intelligente e sicuro.

Non cambiare esercizi, cambia approccio

Ecco la novità: non è più il tempo di stare fermo se soffri di una protrusione discale! 

Ormai anche la vecchia guardia ha cambiato punto di vista: ora l’allenamento non solo è possibile, ma è anche consigliato.

Ma attenzione, non parliamo di sollevare pesi come se non ci fosse un domani. 

Parliamo di un allenamento mirato, sapiente, dove non si esagera mai, ma si va a rafforzare i muscoli coinvolti nel fenomeno.

Un allenamento che non ignora la protrusione, ma che la affronta consapevolmente ma senza paura, lavorando sulla debolezza muscolare che spesso è la causa stessa del problema. 

Sicuramente è ora di smetterla di credere che si debba rinunciare a tutto – all’allenamento o perfino a particolari esercizi – a causa di una protrusione.

Non sono gli esercizi che devono cambiare, ma il tuo approccio agli stessi.

Che cosa intendo con questa frase?

Che non esiste l’esercizio che ti fa male, ma che è il tuo corpo a non essere preparato ad affrontarlo.

Allenamento: non solo possibile, ma necessario

Abbiamo visto che l’allenamento non solo è possibile, ma è un vero toccasana per chi soffre di protrusioni discali. 

In realtà molte di queste condizioni sono dovute proprio a debolezza muscolare.

Debolezza causata e accentuata proprio dalla vita estremamente sedentaria che conduciamo.

  • Una vita passata curvi su un pc o uno smartphone con la testa sempre in avanti, i pettorali contratti e la schiena debole
  • Oppure una vita passata a svolgere un lavoro magari non sedentario, ma che comunque causa squilibri posturali e muscolari
  • Siamo arrivati ad essere corpi non più prepararti a svolgere determinati movimenti, e che quindi si infortunano per ogni cosa fuori dall’ordinario
  • E anche chi si allena in palestra, finisce per allenare solo la parte davanti (bicipiti e pettorali) andando a contrarre ancora di più questa zona e creando lassità nella zona posteriore (collo e schiena)
  • In questo modo la colonna, sempre più trascurata e dimenticata, è ancora più soggetta a protrusioni ed ernie

E’ un circolo vizioso in cui ci siamo infilati con le nostre stesse mani.

Quindi, che fare? Rinforzare! 

Un corpo più forte e una muscolatura ben sviluppata possono aiutare a sostenere la colonna vertebrale, riducendo il rischio di ulteriori problemi. 

E qui non si tratta solo di diventare Hulk, ma di costruire un equilibrio: forza e flessibilità, che vanno a braccetto per un corpo sano e resiliente.

Mal di schiena - farmaci

Esiste davvero l’esercizio sbagliato?

La soluzione di Moveinside è abbastanza diversa dal solito, come sempre.

Non ti daremo mai un semplice elenco di esercizi da evitare, ma piuttosto ti consiglieremo un programma completo che mira a costruire un corpo forte, equilibrato, flessibile e privo di rigidità, dolori e tensioni. 

Con noi, non ci sono esercizi “sbagliati”, ma solo corpi che devono essere preparati correttamente.

Infatti, abbiamo diversi studenti con ernie e protrusioni che si allenano con successo e in totale sicurezza, come puoi vedere tu stesso dalla pagina Testimonianze del nostro sito.

Se vuoi approfondire ancora meglio questo aspetto, ti invito a guardare la Masterclass gratuita che abbiamo preparato per te, cliccando sul bottone blu che trovi qui in basso.

La Masterclass ti spiegherà:

    • Che non esistono esercizi sbagliati, ma corpi non preparati a farli
    • Che tutto il corpo è un sistema interconnesso, e che non puoi allenare un distretto muscolare e ignorare tutti quelli adiacenti
    • Che forza e flessibilità sono due facce della stessa medaglia (e non è vero che la forza rende rigidi, o che la flessibilità rende deboli)
    • Che si può diventare forti e flessibili in modo naturale anche da adulti
    • Che ci si può allenare anche con ernie o protrusioni, purché si abbiano il giusto metodo e approccio, possibilmente con la guida degli esperti Moveinside al tuo fianco (e comunque nel nostro team non ci sono solo coach, ma anche fisioterapisti ed osteopati qualificati, eh)
    • E tanta altra roba interessante (e pure gratuita)…

Finiscila di ascoltare il coro del mainstream che ti consiglia di stare fermo, a riposo e non fare nulla!

Guarda ora la Masterclass e scopri come adattare ogni esercizio al tuo corpo, come ottenere i risultati che cerchi (anche se hai ernie o protrusioni), e come migliorare la tua problematica senza alcun intervento invasivo.

A proposito, di protrusione discale abbiamo già parlato qui: Hai una protrusione discale e non dormi più la notte? Questo articolo è per te.

 

LE COORDINATE DELLA LIBERTA' DI MOVIMENTO

Scopri la tecnica segreta per costruire un corpo completo: forte e flessibile in modo naturale anche da adulto.

Pin It on Pinterest

×Chat