In questo articolo sfatiamo un grande falso mito: quello che esista una ipotetica postura corretta.

Ci sono innumerevoli studi recenti che affermano invece che la postura corretta non esiste.

Questo non significa che non esista una postura migliore per te, ma solo che il concetto di migliore e peggiore è un discorso molto relativo e soggettivo.

Esiste davvero una postura migliore di altre?

Dato che questo articolo è la seconda parte di un articolo più complesso, ti invitiamo a recuperarlo cliccando sul link in basso.

Prima di tutto, quindi, chiariamo un concetto: la postura è influenzata da chi sei e da cosa fai.

Fondamentalmente, è la sommatoria delle azioni che compi più spesso nella tua giornata e dipende da innumerevoli fattori. 

Una persona che lavora tante ore al PC tenderà ad avere una certa postura, così come chi passa tante ore in piedi un’altra.

Ma qual è quindi la postura migliore tra le due?

La risposta è: nessuna.

Nessuna delle due può essere considerata migliore in senso assoluto e questo per diversi motivi.

  • La postura dipende dalle tue caratteristiche fisiche uniche e personali
  • La postura dipende dalle azioni che compi più spesso durante la giornata e serve proprio ad agevolarti in quel tipo di abitudini
  • La migliore postura è la prossima postura, nel senso che il corpo non è fatto per stare immobile, ma per muoversi, cambiando quindi frequentemente postura

È probabile che per te una postura sia effettivamente migliore di altre, ma appunto questo vale per te e per te soltanto.

Perciò, è impossibile dire che esiste la postura migliore in senso assoluto, ma è corretto dire invece che esiste la postura migliore per te.

Ricordando sempre che meglio di qualsiasi postura c’è solo il fatto di cambiarla spesso.

Guarda il video qui sotto per comprendere ancora meglio questo concetto ascoltando le parole del nostro osteopata e fisioterapista Iacopo Landi.

Perché le abitudini sono più importanti degli esercizi?

Posto tutto quello che abbiamo detto, immaginiamo per un attimo che tu abbia una postura davvero storta o brutta da vedere e che per quale motivo tu voglia migliorarla.

Come fare?

Per prima cosa, non pensare che con qualche esercizio posturale risolverai ogni problema di postura.

Non è così semplice. 

Anche se gli esercizi aiutano, non sono la soluzione definitiva alla tua postura “scorretta”.

Abbiamo già detto che si tratta soprattutto di un discorso di abitudini, che il corpo diventa bravo a fare ciò che fa più spesso e perde abilità in ciò che trascura. 

Quindi, prima ancora che sugli esercizi, bisogna ovviamente intervenire sulle abitudini.

Se oggi la tua postura non è delle migliori, è perché nella vita di tutti i giorni hai adottato abitudini che l’hanno resa tale.

La chiave quindi è qui: nelle tue abitudini quotidiane. La postura non è altro che il risultato delle tue abitudini. 

E qui dobbiamo agire.

Migliora la tua postura senza fare esercizi

Se pensi che migliorare la postura significhi solo fare esercizi, ripensaci. 

La chiave per una postura migliore risiede al 100% nelle tue abitudini quotidiane, soprattutto in quelle che riguardano l’uso prolungato della sedia.

Sì, hai capito bene: la sedia, quel comodo “alleato” nelle lunghe ore di lavoro, è il peggior nemico per la tua postura.

Non perché di per sé faccia male, ma perché ci stiamo seduti sopra per troppe ore senza mai cambiare posizione, incentivando in questo modo la peggiore piaga sociale contemporanea: la sedentarietà.

D’altra parte, anche stare troppe ore in piedi non è affatto naturale per l’uomo, per cui come vedi il problema non è tanto la posizione stessa, ma la staticità.

Perciò, ecco cosa puoi fare.

Anziché rimanere seduto immobile per ore, imponiti delle pause di movimento. 

Se lavori in ufficio, alzati ogni ora, anche solo per una breve passeggiata o per qualche esercizio specifico per la tua colonna vertebrale, o per rafforzare collo e schiena.

Ma la strategia migliore è sicuramente quella di cambiare in modo drastico il tuo modo di lavorare e il tuo spazio di lavoro in generale.

Se lavori in smart working non limitarti a fare una passeggiata o a qualche “snack di movimento”, ma adotta il Metodo del Box Colorato.

Non sai cos’è?

Lo trovi spiegato bene in questo articolo: Smart Working per migliorare la flessibilità: Il metodo del box colorato.

Grazie a questa tecnica, semplice ma davvero rivoluzionaria, “costringi” il tuo corpo a trovare nuove posizioni, più dinamiche e meno restrittive.

Questo non solo migliora la tua postura senza bisogno di fare chissà quale esercizio, ma ti spinge a fare anche una maggiore attività fisica durante la giornata.

È un piccolo cambiamento nella routine, ma può avere un impatto significativo sulla tua salute posturale.

Poi certo, ci sono esercizi di rafforzamento di specifici gruppi muscolari che sicuramente aiutano e che ti invitiamo caldamente a fare.

Ne abbiamo già parlato qui: Postura Corretta: 2 esercizi per migliorare e la cosa da evitare.

Ma ciò che davvero farà la differenza sulla tua postura sarà il fatto di costruire un corpo completo, forte e flessibile.

Fatto questo, la tua postura migliorerà come diretta conseguenza.

Per questo motivo, se vuoi veramente capire come trasformare il tuo corpo nel profondo, partendo magari dalla postura e arrivando a migliorare le funzioni di tutto il tuo corpo a 360°, allora devi assolutamente guardare la nostra masterclass gratuita cliccando sul link in basso.

Durante la masterclass capirai come trasformarti da un ammasso di rigidità e dolori in un individuo completo, forte e flessibile nonostante l’età, con una postura “perfetta” (qualsiasi sia il tuo standard) e un libertà di movimento che farebbe invidia a quella di un bambino.

LE COORDINATE DELLA LIBERTA' DI MOVIMENTO

Scopri la tecnica segreta per costruire un corpo completo: forte e flessibile in modo naturale anche da adulto.

Pin It on Pinterest

×Chat