Home 9 Mobilità articolare 9 “Tu sei ciò che muovi”

“Tu sei ciò che muovi”

17 Nov 2018 | Mobilità articolare | 0 commenti

TU SEI CIO’ CHE MUOVI : FITNESS 2D VS MOVIMENTO 3D

La realtà in cui vivi è formata dal tuo corpo e l’ambiente intorno ad esso in questo preciso istante.

In questo momento sto scrivendo questo articolo in un bar che si affaccia sulla Darsena dei Navigli a Milano. Per me la realtà in questo momento è la Darsena e il mio corpo nell’atto si scrittura e le mie sensazioni. Piazza di Spagna a Roma in questo momento non è realtà per me.

Ognuno di noi dovrebbe riflettere su questo, per vivere davvero e non solo esistere. Qui e ora, hai presente?

Tu sei il tuo corpo, vivi la realtà di tutti i giorni attraverso esso, ti esprimi in ogni azione e in ogni movimento del tuo corpo…parlare, camminare, respirare, mantenere costante l’equilibrio contro la gravità, mangiare, ridere ect.

Più il tuo corpo è in grado di muoversi nella realtà più è vivo.

La situazione opposta è la morte.. l’unica situazione dove il movimento cessa completamente di esistere e l’energia cessa di fluire.

Okok.. energia, qui e ora, realtà ..Nessuna sega mentale!

Fermati un attimo e pensa..

…pensa a quanto è importante il movimento per te e per la razza umana.

Cerco di spiegarmi meglio con un esempio pratico..

Ti è mai capitato di fratturarti qualcosa?

Ecco dopo una frattura di un braccio ad esempio, da prassi, l’arto viene completamente immobilizzato per permetterne la guarigione.

Sai cos’è quella puzza di morto che affiora dal gesso dopo qualche settimana?

Necrosi delle cellule della pelle. Le cellule Stanno morendo perché immobilizzate.

Dopo circa 6 mesi che tieni il braccio piegato e immobile come nel caso di grandi fratture, non riuscirai mai più a distendere completamente il tuo arto superiore.

Questo per spiegarti come reagisce il tuo corpo all’immobilità e quindi quanto è importante muoverti ogni singolo giorno.

Infatti minore è la tua motilità (grado di movimento) minore è la tua energia quindi la tua libertà di agire nel mondo.

Sicuramente avrai sentito questa frase: TU SEI IL TUO CORPO.

Ed è proprio così, pensa ad una persona depressa, il suo corpo tende a chiudersi in avanti e essa si muoverà lentamente. Viceversa una persona felice avrà una postura aperta e probabilmente un sorriso stampato in faccia.

Il corpo parla per noi! Di fatto siamo il nostro corpo.

Dal mio punto di vista però a questa definizione manca qualcosa, perciò ho pensato di completarla cosi:

TU SEI CIO’ CHE MUOVI.

E’ vero sei il tuo corpo, ma ciò che non muovi, non fa realmente parte di te. Per essere davvero una parte del tuo corpo devi muoverla e muoverla in modo efficiente.

Ok, ora hai capito quanto è importante muoverti, ma se ti rivolgi all’azienda che nella nostra società si occupa di movimento cosa ti aspetta? cosa succede nel mondo del fitness? Sei sicuro di muoverti realmente?

Fitness, la verità che nessuno ti dice

Nel mondo delle palestre in Italia si ricerca un risultato estetico nella maggior parte dei casi, perdendo di vista il vero scopo del nostro corpo: muoverci.

Molto spesso le persone che spendono ore e ore ogni settimana in palestra sono coloro che si muovono peggio se messe al di fuori dei 10 classici esercizi.

Semplicemente perchè fare i bicipiti non significa muoverti!

Ma non solo, ti viene insegnato a muoverti  3 volte a settimana per 45 minuti!

è un approccio molto limitante dal mio punto di vista.

Per natura hai bisogno di muoverti ogni singolo giorno. Questa è la differenza tra allenamento e movimento.

Un tempo, prima di diventare educato e civile, avevi la necessità di procurarti il cibo da te per sopravvivere.

Per procurarti il cibo era necessario muoverti e anche in fretta!

Di fatto oggi non abbiamo più questo “problema” e non ci sono più leoni che ci inseguono (nella maggior parte dei casi!) e il cibo lo troviamo ovunque. Siamo ipernutriti.

Non solo ipernutriti.

Viviamo in una società IPOCINETICA e IPERPROTETTIVA. Il risultato è una costante regressione motoria delle persone.

Tutto è incredibilmente comodo, alla portata di mano, sicuro e protettivo, i pavimenti sono piatti, corrimano ovunque, e nel migliore dei casi quando vai in palestra ti limiti a fare degli “esercizi” che non richiedono un elevato grado di movimento (quelle famose 3 volte a settimana).

L’incapacità di muovere il proprio corpo in modo efficiente sta diventando uno dei problemi più grandi della nostra società tecnologica, oltre che una delle spese sanitarie principali.

Di fatto il mondo del fitness ha perso di vista le basi, la natura dell’essere umano.

Fitness

Il messaggio del mondo del fitness è “allenati per essere esteticamente accettato”.

Il focus è l’estetica.

La funzione perde il tuo ruolo centrale.

Questo è un processo distruttivo.

Le statistiche dicono che ci muoviamo sempre di meno e il nostro modo di muoverci è sempre meno efficiente.

Male.

Dobbiamo fare qualcosa per invertire il processo di ineducazione motoria.

Come in ogni area della vita i grandi cambiamenti derivano da decisioni interne e profonde di ciascuno di noi, a nessuno piace sentirsi dire cosa deve fare, no?!

Per questo motivo lo scopo di questo articolo è renderti consapevole del processo caratteristico della società di oggi, e darti il modo di poter prendere una scelta, una scelta diversa.

Ma da dove iniziare per invertire il processo?

Da quale struttura del tuo corpo è importante ripartire?

In questi anni, ho creato la mia visione del movimento e del corpo umano.

Personalmente la prima struttura su cui mi concentro ogni giorno (e insegno lo stesso nei miei allievi) è la colonna vertebrale.

Colonna Vertebrale come centro del corpo

In risposta agli stimoli provenienti dall’ambiente esterno il nostro cervello organizza i movimenti del nostro corpo.

A livello strutturale il cervello si prolunga nel canale midollare, volgarmente nella tua colonna vertebrale.

Per questo motivo possiamo affermare che quando muovi la tua colonna vertebrale muovi te stesso!

Il cervello (e quindi il midollo spinale) è il capo, è il luogo dove nascono i pensieri che si trasformeranno o meno in azioni, gli input provenienti dal cervello passano attraverso la colonna vertebrale prima di raggiungere gli organi d’azione.

Per questo motivo se la tua colonna vertebrale è in salute la qualità dei segnali trasmessi sarà ottima e viceversa, viceversa una colonna acciaccata non permetterà una trasmissione ottimale quindi un movimento di qualità.

Noi siamo vecchi quanto è vecchia la nostra colonna

Questa è una delle citazioni più celebri riguardo a questa struttura del corpo.

Nel mondo del fitness la colonna vertebrale non è presa in considerazione.

O meglio, l’unica preoccupazione è NON MUOVERLA! tieni bloccata La schiena! Non Inarcare la schiena, non, non, non

Lo stato di benessere della colonna produce un effetto a cascata sul resto del corpo.

Non muovere la colonna è la peggior cosa che puoi fare.

Come sta la tua colonna? Fitness 2D VS Movimento 3D

La colonna vertebrale dovrebbe essere mobile abbastanza da muoversi su tutti i piani di movimento, sagittale, coronale e trasversale.

L’industria del fitness, italiana in particolare ha creato l’idea comune che la schiena vada bloccata e protetta in ogni situazione…non inarcare la schiena pazzo!

La tua colonna può muoversi in tanti modi diversi, può flettersi in avanti, estendersi, piegarsi lateralmente, ruotare e tutte le sfumature intermedie. Ogni tratto vertebrale ha struttura e dimensione diverse e quindi funzioni diverse.

Ad esempio il tratto lombare è caratterizzato da vertebre più “grosse” che possano sostenere la parte superiore del corpo e sono poco mobili, viceversa il tratto cervicale è caratterizzato da vertebre molto mobili e più piccole di dimensioni.

[divider style=”0″]

[video_player type=”youtube” style=”1″ dimensions=”560×315″ width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″ ipad_color=”black”]aHR0cHM6Ly95b3V0dS5iZS91UERpZ01OSFVxdw==[/video_player]

[divider style=”0″]

Questo per dirti che ci sono delle regole da rispettare quando muovi la tua colonna, ma muovila!

Il fitness moderno partorisce ogni giorno nuovi robot, in 2 dimensioni come mi piace definire le persone che frequentano le palestre italiane.

Se ti sei reso/a conto che anche tu non stai muovendo la tua colonna, tranquillo non è colpa tua!

Ma del processo di educazione che viene proposto negli ambienti deputati all’insegnamento del movimento.

Qui in Moveinside abbiamo creato un vero e proprio percorso per ridefinire il tuo potenziale e diventare libero di muoverti come vuoi.

Non ti garantisco risultati facili e veloci bensì un percorso che ti possa garantire risultati definitivi e reali.

Lo avrai capito, il primo passo è tornare ad essere padrone della tua colonna vertebrale, eliminando le vecchie credenze del fitness 2D per iniziare a muoverti in 3D ovvero realmente.

per noi La colonna è la protagonista del nostro corpo e del movimento umano.

Ho creato un video corso online dove ti spiego da dove iniziare e come muovere i primi passi per tornare a muovere la tua colonna vertebrale e Puoi iniziare oggi con il nostro materiale gratuito MOBILITY ROUTINE.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prenota il Workshop Gratuito e diventa libero di muoverti 

Pin It on Pinterest