Nell’articolo di oggi vediamo tutto ciò che devi sapere sulla fibromialgia, grazie al supporto del nostro osteopata e fisioterapista Iacopo Landi.

Oggi quindi parliamo di una condizione controversa e spesso fraintesa: la fibromialgia.

Cos’è la fibromialgia?

​​La fibromialgia, o sindrome fibromialgica, è un disturbo cronico caratterizzato da dolore muscoloscheletrico diffuso e persistente, non associato a infiammazione.

I sintomi tipici includono:

  • Dolore muscoloscheletrico diffuso
  • Affaticamento generale
  • Insonnia
  • Rigidità mattutina
  • Depressione e ansia
  • Fatica mentale
  • Problemi di memoria e attenzione

Studi del 2013 hanno rivelato che il 4,2% delle donne e l’1,4% degli uomini hanno una diagnosi di fibromialgia.

La prevalenza nelle donne aumenta con l’età, raggiungendo un picco intorno alla mezza età. Tradizionalmente considerata un disturbo prevalentemente femminile, la fibromialgia è ora riconosciuta anche negli uomini.

Con criteri diagnostici aggiornati, si stima che il 40% dei casi riguardi gli uomini.

Le cause della fibromialgia

La causa esatta della fibromialgia è ancora sconosciuta. Tuttavia, sappiamo che diversi fattori biologici, psicologici e sociali possono contribuire alla sua insorgenza e gravità.

La diagnosi di fibromialgia è complessa e spesso oggetto di discussione.

I criteri diagnostici sono cambiati negli anni, diventando più accurati, ma molti medici non sono aggiornati su come applicarli correttamente.

Questo porta a una diagnosi errata o eccessiva della fibromialgia.

Uno studio del 2016 ha rilevato che il 75% delle persone con diagnosi di fibromialgia non soddisfa i criteri per una diagnosi reale.

Le linee guida raccomandano di ridurre al minimo le indagini cliniche e limitare i test non necessari. 

Solo semplici test di laboratorio, come le analisi del sangue, dovrebbero essere utilizzati per escludere altre condizioni con sintomi simili, come ipotiroidismo, patologie reumatiche, malattie neurologiche o condizioni indotte da farmaci.

Esiste una cura per la fibromialgia?

Una domanda comune è se esista una cura per questa patologia.

Purtroppo una cura specifica per la fibromialgia non esiste. Tuttavia, l’attenzione deve spostarsi verso lo sviluppo di strategie a lungo termine per affrontare e autogestire questa condizione.

Le linee guida più recenti scoraggiano le pratiche passive e l’eccessiva dipendenza dagli operatori sanitari.

Ad esempio, affidarsi esclusivamente ai massaggi non è una strategia efficace a lungo termine.

Esistono due modi di gestire la fibromialgia:

  • Gestione non farmacologica: include esercizi aerobici e di incremento della forza
  • Gestione farmacologica: quando necessario

La gestione della fibromialgia dovrebbe mirare a migliorare la qualità della vita, bilanciando i benefici e i rischi del trattamento.

Questo spesso richiede un approccio multidisciplinare, combinando modalità di trattamento non farmacologiche e farmacologiche adattate alla persona.

Quali sono gli esercizi migliori per chi soffre di fibromialgia?

Le linee guida raccomandano l’esercizio fisico come base del trattamento terapeutico.

L’esercizio ha dimostrato miglioramenti nel dolore, nella funzione fisica e nella qualità di vita.

Non esiste un tipo specifico di esercizio che sia migliore per la fibromialgia; è però importante scegliere attività fisiche piacevoli e accessibili, che possano essere progredite in intensità e volume.

Non esiste neppure una soglia massima di attività considerata eccessiva per chi soffre di fibromialgia.

L’importante è iniziare con attività che corrispondano alle attuali capacità e alla tolleranza ai sintomi.

Ad esempio, iniziare con 5-10 minuti di camminata all’aperto e movimenti di forza una volta alla settimana, aumentando gradualmente l’intensità e la durata.

Conclusione: che fare se hai ricevuto una diagnosi di fibromialgia?

Abbiamo esplorato le strategie per gestire la fibromialgia attraverso l’esercizio fisico e uno stile di vita sano.

L’obiettivo è aumentare gradualmente la capacità di movimento, consapevoli delle fluttuazioni dei sintomi.

Se vuoi approfondire la gestione del dolore e migliorare la tua libertà di movimento, leggi il libro Corpo Intelligente, per capire meglio la vera natura multifattoriale del dolore e il modo definitivo per risolverlo.

Puoi ordinare la tua copia cliccando sul bottone qui in basso.

CALMA LA MENTE, LIBERA IL CORPO

Leggi “Corpo Intelligente”, il primo libro di Ale Demaria, fondatore di Moveinside, e scopri come calmare la mente e liberare il corpo in un solo momento, attraverso il potere trasformativo e rigenerativo del movimento.

Pin It on Pinterest

×Chat