Quando si cerca online “Esercizi a corpo libero per i pettorali” gli esercizi e i tutorial si sprecano. 

Non serve che io ne aggiunga altri onestamente.

Quello che voglio fare invece con questo articolo è suscitare in te una riflessione:

Sei sicuro che quegli esercizi ti servano davvero e che invece tu non stia boicottando la crescita dei tuoi muscoli senza saperlo?

Continua a leggere per scoprirlo.

Ecco perché i tuoi pettorali non crescono

Ah, i pettorali: quel gruppo muscolare che tutti vogliono sviluppare, ma che la maggior parte delle persone finisce per sovraccaricare e contrarre fino all’eccesso.

Probabilmente infatti anche tu avrai un lavoro d’ufficio, come la maggior parte delle persone.

O in ogni caso un lavoro che ti costringe a stare curvo con la schiena e con la testa la maggior parte della giornata.

E una volta uscito dal lavoro, cosa fai?

Vai in palestra, sollevi pesi, fai flessioni come se non ci fosse un domani, e poi?

In breve, continui a contrarre quei muscoli, sempre più, come se fosse l’unica cosa da fare. 

Aggiungendo ulteriore contrazione a quella già creata dalla posizione in cui sti per il 90% del tuo tempo di veglia.

Ma se un muscolo è troppo contratto non avrà modo di crescere adeguatamente!

    Corpi eccessivamente contratti

    I muscoli hanno bisogno di una certa tensione per crescere e svilupparsi, ma se questa tensione diventa eccessiva, può effettivamente impedire una crescita adeguata. 

    Ecco perché: i muscoli troppo contratti non hanno la possibilità di allungarsi completamente né di rilassarsi completamente. 

    Questa condizione può limitare l’apporto di sangue e nutrienti essenziali per la crescita muscolare e la riparazione dei tessuti. 

    Inoltre, un muscolo costantemente teso può essere più soggetto a infortuni, che ovviamente sono l’ultima cosa di cui hai bisogno.

    Quindi, se il tuo obiettivo è quello di avere muscoli sani e in crescita, ignorare l’importanza di un corretto equilibrio tra contrazione e rilascio è da idioti.

    Rischi di trasformare il tuo corpo in un campo di battaglia tra muscoli in tensione e crescita muscolare, dove alla fine nessuno vince. 

    Ricorda: allenare i muscoli va bene, ma sapere quando e come allungarli è altrettanto cruciale!

    Mal di schiena - farmaci

    Il duo magico per pettorali da paura

    Non si può parlare di allenamento pettorali senza considerare l’importanza di un equilibrio tra forza e flessibilità. 

    Pensiamo solo ai pettorali? Sbagliato!

    Dobbiamo pensare all’intero corpo. 

    Se ci concentriamo solo sulla forza e in più solo sulla parte frontale, finiamo per rompere il naturale equilibrio del corpo che prevede un fronte e un retro. 

    E chi ci pensa poi a compensare questo squilibrio? 

    Di solito la schiena e il collo, che compensano con un eccessivo allungamento, debolezza e lassità.

    Questo si traduce non solo in un corpo completamente disequilibrato dal punto di vista della struttura, della postura e della muscolatura, ma anche in mal di schiena e dolori vari a spalle, collo, scapole e via dicendo.

    Delle conseguenze derivanti dal trascurare “la parte dietro” ne abbiamo già parlato qui: Scopri il mondo che sta dietro di te.

    Non è facendo solo esercizi di forza che il tuo pettorale crescerà.

    Anzi, rischi di bloccare la crescita muscolare e accumulare tensioni. 

    Gli elementi del nostro magico duo sono: forza e flessibilità.

    Devi lavorare tanto sulla forza quanto sull’allungamento e sulla flessibilità, e non solo sui pettorali ma su tutte le zone limitrofe, come schiena e collo.

    Il nostro corpo è infatti un sistema interconnesso.

    Non puoi pensare di intervenire su una sua parte, senza considerare l’influenza che avrai sulle zone limitrofe o addirittura opposte!

    Mal di schiena - allungamento

    La flessibilità rende deboli?

    In Moveinside abbiamo un detto: la funzione è superiore all’estetica.

    Questo perché allenarsi solo per ricercare l’estetica (la prova costume, l’apprezzamento degli altri o quello che è) significa considerare il corpo e il movimento delle scatole vuote prive di significato.

    Al contrario, pensare prima alla funzione, ti permette di dare un enorme significato e valore ad ogni movimento che fai, e l’estetica ne è una diretta conseguenza!

    Spesso diciamo che i nostri studenti diventano forti e flessibili, ma con un bel culo. Ed è vero.

    Il che ci porta ad un’altra questione: è vero che essere flessibili rende deboli?

    La risposta è no, al contrario di quello che ti hanno sempre fatto credere.

    Non solo perché, come ti ho spiegato con l’esempio dei pettorali, essere troppo rigidi  e poco flessibili paradossalmente impedisce la crescita dei tuoi muscoli.

    Ma anche perché la flessibilità da adulti si costruisce – indovina come? – proprio con la forza!

    Con una tecnica chiamata “mobilità a carico progressivo” che funziona per gli adulti e che li rende forti e flessibili a qualsiasi età e anche se partono da zero.

    Se vuoi saperne di più, ti consiglio di guardare la Masterclass gratuita che trovi qui in basso, cliccando sul pulsante blu oppure direttamente sul banner verde.

    Prenditi questo tempo per te e preparati a vedere i grandi miti dell’allenamento sfatati e fatti a brandelli.

    Non continuare ad incasinarti con esercizi sbagliati e approcci ormai superati. 

    Non limitarti ad un semplice allenamento di forza, ma piuttosto cerca un approccio completo che miri a costruire un corpo non solo forte, ma anche equilibrato, flessibile e libero da dolori e tensioni.

    Ti garantisco che il risultato sarà un corpo che non solo appare esteticamente attraente, ma che è anche funzionale e in salute. 

    E sì, anche i tuoi pettorali trarranno vantaggio da questo approccio, diventando più forti e definiti, crescendo meglio e più in fretta, ma senza quelle fastidiose rigidità.

    Guarda la Masterclass gratuita qui sotto, mi raccomando. 

    LE COORDINATE DELLA LIBERTA' DI MOVIMENTO

    Scopri la tecnica segreta per costruire un corpo completo: forte e flessibile in modo naturale anche da adulto.

    Pin It on Pinterest

    ×Chat