Tenere un diario di allenamento giornaliero non è solo una pratica utile, ma può essere un vero e proprio catalizzatore di cambiamento nella tua routine di pratica del movimento.

Per gli studenti impegnati in un percorso di crescita personale e miglioramento fisico, l’abitudine di annotare giornalmente i propri progressi, sfide e scoperte è un potente uno strumento per raggiungere i propri obiettivi.

Esploriamo insieme i benefici di questa pratica e vediamo perché anche tu dovresti iniziare a tenere un diario di allenamento.

Il potere del diario di allenamento: come trasformare la tua pratica di movimento

La prima e più evidente ragione per mantenere un diario degli allenamenti è la capacità di tracciare i progressi nel tempo. 

Vedere nero su bianco quanta strada si è fatta non solo fornisce una dose immediata di motivazione, ma aiuta anche a impostare obiettivi futuri basati su dati concreti.

Questo metodo di auto-valutazione rende il percorso di allenamento un viaggio misurabile e personalizzato.

La seconda ragione è che ogni percorso di allenamento ha i suoi alti e bassi. 

Registrare giornalmente le proprie attività permette di identificare pattern e correlazioni tra abitudini di vita e performance fisica.

Forse scoprirai che dormire poco o saltare la colazione influisce negativamente sul tuo allenamento.

Questa consapevolezza può guidarti nel modificare le tue abitudini per superare gli ostacoli.

Infine, rileggere i propri successi e vedere fino a dove si è arrivati è un enorme boost di motivazione.

In questo senso il diario di allenamento diventa un promemoria del perché hai iniziato questo percorso, dei traguardi che hai raggiunto e di quelli che ancora aspiri a conseguire.

Nei momenti di stallo o di demotivazione, il tuo diario sarà lì a ricordarti quanto sei già cresciuto.

Ecco come sviluppare la consapevolezza del corpo

Annotare come si sente il corpo durante e dopo l’allenamento aumenta la consapevolezza corporea.

Capirai meglio quali esercizi funzionano per te, quali muscoli sono più deboli e quali sono le tue fonti di energia, sia mentale che fisica.

Questa consapevolezza ti guiderà nel tuo percorso di riconnessione con il tuo corpo, colmando finalmente quel gap di silenzio e distanza con cui la società contemporanea ha scisso artificialmente mente e corpo, relegando quest’ultimo a fanalino di coda.

Oltre a questo, un diario di allenamento diventa un archivio personale della tua storia fisica.

Potrai vedere come sono cambiati i tuoi interessi, quali pratiche o attività hai esplorato e come si sono trasformati il tuo corpo e la tua mente. 

In questo modo questo archivio personale diventerà una fonte infinita di amore e gratitudine verso te stesso e il tuo corpo, e un ricordo tangibile del tuo impegno e della tua dedizione.

Ecco come tenere un diario di allenamento e come tracciare correttamente i tuoi progressi

Tenere un diario di allenamento è un potente strumento di auto-miglioramento e consapevolezza fisica.

Non serve essere degli atleti professionisti per beneficiarne, chiunque abbia un obiettivo legato al benessere fisico può trarre vantaggio da questa pratica.

Ecco come farlo in modo efficace, per ogni sessione di allenamento, registra i seguenti dettagli:

  • Data e ora: questo ti aiuta a tenere traccia della regolarità dei tuoi allenamenti.
  • Tipo di pratica: specifica il tipo di attività svolta (pesi, corsa, acrobatica, flessibilità, forza, ecc.).
  • Esercizi: annota il nome di ogni esercizio effettuato.
  • Serie e ripetizioni: registra quante serie hai completato e quante ripetizioni per serie.
  • Peso usato: se hai usato dei pesi come previsto dal tuo programma, scrivi il peso usato per ogni esercizio. Questo è cruciale per monitorare i progressi di forza e flessibilità (e se ci leggi da un po’, sai che la flessibilità negli adulti si costruisce tramite l’uso di pesi e l’ottenimento di forza in ampi range di movimento).
  • Durata: annota quanto tempo hai dedicato alla pratica.
  • Sensazioni fisiche: registra come ti sei sentito durante l’allenamento, eventuali dolori, stanchezza o, al contrario, energie inaspettate. Scrivi come hai sentito il corpo o alcune parti del corpo durante la pratica.
  • Stato della tua mente e pratica interna: le tue emozioni e la tua mente possono influenzare ed essere influenzate dall’allenamento, ne parliamo ampiamente in una lunga serie di articoli di questo blog. Perciò, se svolgi anche una pratica mentale e interna oltre a quella fisica (e se non lo fai, dovresti) annota anche tutti i dettagli relativi ad essa, in quanto profondamente connessa con la tua pratica fisica.
  • Alimentazione e idratazione: se vuoi, puoi anche annotare informazioni su cosa hai mangiato prima dell’allenamento e quanto ti sei idratato, poiché possono influenzare le tue performance.
  • Note aggiuntive: infine annota qualsiasi altra osservazione rilevante per te, come modifiche all’allenamento, nuovi traguardi raggiunti, obiettivi per la prossima sessione, o altro ancora.

Ecco un consiglio finale: sii conciso ma informativo, non hai bisogno di scrivere paragrafi lunghi, ma assicurati di includere abbastanza dettagli da rendere utile la rilettura.

La chiave per trarre vantaggio da un diario di allenamento è la costanza, cerca quindi di scrivere dopo ogni sessione di allenamento e dedica del tempo ogni settimana o mese per rivedere il tuo diario e riflettere sui progressi compiuti.

Questa semplice routine avrà un enorme impatto sulla tua pratica e sulla costanza con la quale ti ci dedicherai, perché ti aiuterà ancora di più a comprometterti con lei, garantito.

Perciò, un diario di allenamento non è solo un registro delle tue attività fisiche, è invece un vero e proprio strumento di crescita personale attraverso il movimento.

In Moveinside viene chiesto a tutti i nostri studenti di usarlo regolarmente durante la propria pratica.

In realtà ai nostri studenti viene proprio fornita l’Agenda Moveinside, un diario cartaceo sviluppato da Ale Demaria e pensato proprio per supportarli nel loro percorso di crescita attraverso il movimento.

Se vuoi averlo anche tu ti basta candidarti per diventare nostro studente.

In alternativa puoi ordinare una copia del libro “Corpo Intelligente”, tramite il quale potrai richiedere in via del tutto privilegiata una copia dell’Agenda Moveinside anche senza essere nostro studente.

Tra parentesi, il libro vale davvero la pena di essere letto, dato che è il primo manuale pratico mai scritto sulla crescita personale attraverso il movimento e ti aprirà gli occhi sul vero rapporto mente-corpo che finora nessuno ti ha spiegato.

Lo scopo del libro “Corpo Intelligente”? Liberare il corpo, calmare la mente e renderti la versione più vera di te stesso, finalmente libero da tutte le sovrastrutture che ti si sono incollate addosso negli anni.

Curioso? Lo trovi cliccando sul tasto qui sotto.

CALMA LA MENTE, LIBERA IL CORPO

Leggi “Corpo Intelligente”, il primo libro di Ale Demaria, fondatore di Moveinside, e scopri come calmare la mente e liberare il corpo in un solo momento, attraverso il potere trasformativo e rigenerativo del movimento.

Pin It on Pinterest

×Chat